Conferenze Fondazione Ferrero

VENERDÌ 8 NOVEMBRE 2019

La tecnologia al servizio dell’ageing

 

Fondazione Ferrero

Strada di Mezzo, 44

Partecipazione gratuita

Ore 14,30 – 18,30

 

  • Giuseppe Riva (professore ordinario di Psicologia della comunicazione all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano): Realtà virtuale e intelligenza artificiale al servizio dell’Active Ageing

  • Riccardo Zecchina (professore ordinario di Fisica Teorica all’Università Bocconi di Milano): L’intelligenza artificiale può aiutare nella medicina personalizzata? Funzionamento, potenzialità e limiti

 

  • Francesco Tumiatti (Artificial Intelligence Architectat Microsoft sede di Milano): Artificial Intelligence + Humans: how Al Helps Becoming Better at what we do

 

  • Fabio Benfenati (professore ordinario di Neurofisiologia, Dipartimento di Medicina Sperimentale all’Università di Genova): Nuove tecnologie per le Neuroscienze: interfacce organiche per la cura delle retinopatie legate all’età

 


VENERDÌ 22 NOVEMBRE 2019

Primo Levi chimico e Mendeleev “poeta”

Una provocazione per due anniversari che tutto il mondo celebra

 

Partecipazione gratuita

 

Ore 17,00 – 19,00

 

Cento anni fa nasceva Primo Levi, chimico e grandissimo scrittore. Un secolo e mezzo è passato da quando il russo Mendeleev scoprì il Sistema Periodico degli elementi, una tappa fondamentale per la chimica e la fisica. Due anniversari che si stanno celebrando in tutto il mondo, connessi dalle parole “sistema periodico” scelte da Levi per il titolo di uno dei suoi libri più famosi.

 

Relatori:

 

  • Ernesto Ferrero, scrittore e critico letterario, direttore di Einaudi e Garzanti, poi in Mondadori come direttore letterario, ha frequentato intensamente Primo Levi. Ha diretto per 18 anni il Salone del libro di Torino

 

  • Marco Malvaldi, si è laureato in Chimica all’Università di Pisa, dove per due anni è stato ricercatore presso il Dipartimento di Farmacia. Ha pubblicato numerosi saggi, gialli, romanzi e racconti di grande successo.

 


VENERDÌ 6 DICEMBRE 2019

Leonardo ingegnere, il grande dilettante

 

Partecipazione gratuita

 

Ore 17,00 – 19,00

 

Per Leonardo la pittura è scienza, cioè il miglior modo di esplorare e conoscere il mondo. Nei suoi disegni coesistono geometria, anatomia, psicologia, botanica, idraulica, geofisica, ingegneria. “Homo sanza lettere” che possiede però una cultura onnivora, Leonardo segna il passaggio dal mondo antico al mondo moderno. Un uomo al crocevia della storia e della cultura: un cinquecentenario da celebrare.

Relatore:

 

  • Vittorio Marchis, professore di storia della Scienza e delle Tecniche al Politecnico di Torino, dove dirige anche il Centro Museo e Documentazione Storica. Formatosi come ingegnere meccanico, ha fatto ricerca in termodinamica applicata ai sistemi spaziali e ha fondato l’Istituto Superiore di Studi Umanistici.