“Appunti di … “

 

Presentazione del progetto

 

“Appunti di … “ è un progetto di P.C.T.O. che assegna un minimo di 20 ore fino ad un massimo di 40 ore. Si tratta di impresa simulata, il lavoro assegnato è da svolgersi in modalità di telelavoro. È rivolto agli studenti delle classi del triennio.

La partecipazione degli studenti è individuale. È comunque possibile collaborare con altri studenti, sempre in modalità di telelavoro, nel rispetto della normativa attuale “COVID”, ma si deve specificare “chi ha fatto cosa”, ad esempio testo di Sempronio, trama di Caio ecc…

****************

Una “immaginaria” casa editrice la “Liceo L. Cocito Edizioni” cerca giovani scrittori per la Collana “Appunti di … “. All’esito dell’invio degli elaborati, sarà pubblicata una raccolta di racconti brevi, contenente i nove migliori lavori, con l’aggiunta del racconto migliore della scorsa edizione.

L’argomento è:

“La bellezza ai tempi della pandemia esiste?”

Una giuria composta dal Prof. G. M. D’Alessandro, Prof.ssa I. Conforto e Dirigente Prof.ssa A. Viarengo, valuterà i lavori presentati, assegnando il monte ore (minimo 20 ore, massimo 40 ore), scegliendo: i nove lavori migliori, il titolo più accattivante, l’ordine di pubblicazione all’interno della raccolta.

Praticamente la giuria sarà la stessa del progetto “Immagini di.. “  in quel caso con l’aggiunta della Prof. C. Barale.

 

REGOLE OPERATIVE

I partecipanti dovranno:

Oggetto: “Pre iscrizione progetto “Appunti di…”

Testo mail: Nome, Cognome, Classe, Sezione.

Entro il 20 dicembre 2020 ore 12.00

 

Sul medesimo indirizzo, in risposta, riceveranno le istruzioni “editoriali” redatte dal Prof. D’Alessandro (riportate di seguito e denominate – Regolamento), contenenti le linee guida (numero battute/cartelle, font ecc.) per scrivere il racconto.

La pre iscrizione non è vincolante alla prosecuzione del progetto

 

Oggetto: Partecipazione progetto “Appunti di…”

Testo mail:

In allegato racconto dal titolo: ………………………….

Scritto da: Nome, Cognome, Classe, Sezione

Proposta titolo pubblicazione: ………………………………………………………………………

Allegare il racconto in due formati: con formattazione.

 

Entro il 31 marzo 2021 ore 12.00

 

È fondamentale ricordarsi di allegare il racconto e scrivere bene le generalità.

 

Regolamento per elaborato P.C.T.O. “Appunti di…”

 

1) Il progetto “Appunti di…” è rivolto agli studenti del triennio del Liceo Scientifico “L. Cocito” (principalmente classi quinte che debbano perfezionare il monte ore per la P.C.T.O.).

2) Il tema del progetto è: “La bellezza ai tempi della pandemia esiste?”.

3) I racconti dovranno essere inediti e pertanto non potranno essere rifacimenti, né riedizioni modificate di lavori editi, pena l’esclusione. La lunghezza dei racconti deve mantenersi entro un limite minimo di 10.000 battute (spazi inclusi) e un massimo di 16.000 battute (spazi inclusi).

4) Le opere dovranno essere inviate in questa modalità:

  1. a) due copie in formato digitale: una in formato .docx (oppure .doc) ed una in .pdf;
  2. b) le copie dovranno seguire i seguenti parametri di impaginazione:

Font                Garamond

Grandezza       14

Allineamento  Giustificato

Interlinea        Doppia

Margini            di Default

5) Le opere giudicate idonee alla pubblicazione, in seguito a migliorie richieste ed apportate, saranno sottoposte al giudizio insindacabile della giuria, la quale sceglierà i nove lavori migliori (a parità di giudizio sarà possibile ampliare la rosa dei testi selezionati), il titolo più accattivante e l’ordine di pubblicazione all’interno della raccolta.

 

 

Norme editoriali per elaborato P.C.T.O. “Appunti di…”

 

Accenti: Le parole italiane che finiscono con la lettera “e” accentata hanno in genere l’accento acuto (perché, poiché, affinché, né, sé, ecc.), tranne “cioè”, la terza persona singolare del presente del verbo essere (è), alcuni nomi comuni (bebè, caffè, tè, ecc.) e alcuni nomi propri (Noè, Giosuè, Mosè, ecc.). Si deve sempre utilizzare “È” (e maiuscola accentata) e non E’ (maiuscola apostrofata). Il “sì” come affermazione vuole l’accento grave.

Punteggiatura: Non si devono mai lasciare degli spazi prima dei seguenti segni di interpunzione:

. (punto)

, (virgola)

: (due punti)

; (punto e virgola)

! (punto esclamativo)

? (punto interrogativo)

” (virgolette alte chiuse)

» (virgolette caporali chiuse)

Si devono invece sempre lasciare degli spazi dopo questi stessi segni di punteggiatura.

Non si devono mai lasciare degli spazi prima e dopo aver aperto una parentesi “(”, non si deve mai lasciare uno spazio prima di chiudere la parentesi, ma solo dopo averla chiusa “)”.

Per i dialoghi usare solo le virgolette caporali «…».

Usare le virgolette alte “…” solo nelle espressioni idiomatiche et simil.

Usare il corsivo quando si scrive nel corpo del testo una parola diversa dalla lingua italiana.

 

Numeri: evitare di scrivere i numeri in cifre arabe, a meno che non si tratti di una data o di un numero troppo lungo da scrivere a lettere:

no – 1, 2, 3      sì – uno, due, tre

sì – 1987          no – millenovecentoottantasette

no – 10000      sì – diecimila

sì – 14759        no – quattordicimilasettecentocinquantanove

 

 

Indicazioni pratiche per elaborato – F.A.Q.

 

Devo rispondere alla domanda “La bellezza ai tempi della pandemia esiste?”?

No, non devi rispondere a nessuna domanda. Devi, invece, comporre un testo narrativo, che sia accattivante e rispetti le sue caratteristiche tipiche. L’argomento che ti viene proposto deve essere uno spunto da cui partire, per riflettere sul senso della bellezza, poiché elemento evanescente e sempre relativo negli occhi di chi guarda. Cerca di raccontarmi in che modo possa esistere la bellezza durante la pandemia (la bellezza dello stare soli con se stessi; la bellezza di ritrovarsi in famiglia); raccontami la bellezza del programmare un videogioco; raccontami la bellezza di leggere un romanzo; raccontami il non-raccontato, l’anticonvenzionale, lo stupefacente. Ricordati che Dante ha raccontato l’orrore dell’Inferno, eppure il suo  Inferno è bellissimo!

 

Come faccio a contare le battute (spazi inclusi)? Mica dovrò mettermi a contare uno per uno!

Assolutamente no, stai sereno! In basso a sinistra sulla schermata di word, vicino al numero delle pagine che hai scritto trovi un numero + “parole” che ti indica quante sono le parole che hai scritto fino a quel momento. Cliccandoci sopra, aprirai una finestra con “conteggio parole” e troverai quello che cerchi. Semplice!

 

Col Font e la grandezza ci sto, ma l’interlinea?

Anche qui, stai tranquillo: nulla di difficile! Dopo aver scritto il tuo testo di 10000/16000 caratteri (spazi inclusi), dovrai selezionarlo tutto, cliccare col tasto destro del mouse e dal menù a tendina cliccare su “Paragrafo”. Si aprirà una finestra con tre sezioni: generale (in alto), rientri (al centro) e spaziatura (in basso). Alla voce “spaziatura” sulla destra trovi “interlinea”: clicca lì, aprirai un menù a tendina dal quale potrai scegliere “doppia”. Dopodiché clicca su “ok” così da apportare le modifiche.