Sei studenti del nostro Liceo hanno ottenuto la loro prima certificazione di lingua Latina dalla Consulta Universitaria di Studi Latini e dall’Università degli Studi di Torino: Sofia Derelitto della IV C, Francesco Jalba, Alberto Molinaro, Elisa Oggero, Samuele Pelassa e Mattia Pelazza della IV A.
Da quando viene certificata anche la lingua Latina? Il latino è da tempo certificato, poiché ne è riconosciuto il ruolo sostanziale per costruire la competenza multilinguistica, una delle otto competenze chiave perseguite a livello europeo, non ordinate gerarchicamente, ma tutte di pari importanza, “quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali” per poter vivere pienamente la propria cittadinanza attiva.
In Piemonte la certificazione delle competenze di lingua Latina avviene da tre anni (ma l’anno scorso la pandemia ha impedito l’unica sessione annuale prevista), sulla scia di altre regioni, in primis Lombardia ed Emilia Romagna. Per il Cocito è la prima esperienza, che suggella il profondo rinnovamento didattico del Latino e l’impegno dei suoi studenti, riconosciuti competenti, dal cum-petere latino, “convergere insieme verso un obiettivo specifico comune”, più che “gareggiare”.
Ma perché certificare il Latino anche al liceo scientifico? Perché i saperi non conoscono limiti e ambiti disciplinari; perché i nostri studenti non sono soggetti a stereotipi e pregiudizi (antiscientifici per definizione), né hanno una visione utilitaristica della cultura; perché in contesti socio-culturali complessi come quelli attuali è fondamentale la profonda consapevolezza delle radici culturali dell’Europa per alimentare il dialogo e lo scambio con realtà diverse dalla propria.
È ciò che anticamente facevano i pontifices, i “costruttori di ponti” (reali e metaforici): una responsabilità tale da conferire loro un valore sacrale.

Il Premio nazionale GiovedìScienza giunto alla decima edizione, è una iniziativa dedicata ai giovani scienziati. Aperto a tutti i ricercatori under 35 che operano in istituzioni nazionali, premia la capacità di raccontare in modo accattivante il proprio settore di studi. Dopo una rigorosa selezione basata sul curriculum, sulle pubblicazioni e sulla produzione di un testo divulgativo, nei primi giorni di maggio 10 finalisti saliranno su un palco per raccontare le loro ricerche davanti a una giuria tecnica di esperti e una giuria popolare, composta da studenti delle scuole secondarie di secondo grado.
Cinque classi, scelte tra le scuole secondarie superiori di tutta Italia, formano la giuria popolare del Premio nazionale GiovedìScienza. Tra le classi è stata selezionata la classe 4F del nostro istituto.
Nelle settimane precedenti la finale la classe è stata coinvolta in un’attività di formazione e “allenamento”. L’attività si è sviluppata in 3 incontri della durata di 90 minuti e gli incontri, tenuti dal prof. Luigi Civalleri, socio di CentroScienza e docente al Master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste, sono a cura di CentroScienza Onlus, associazione con una lunga esperienza in materia di disseminazione dei saperi scientifici, che da tempo collabora con varie istituzioni scolastiche nella realizzazione di progetti educativi.
Il 3 giugno i ragazzi hanno assegnato tre premi: il PREMIO GIOVEDI’ SCIENZA 2021, IL PREMIO SPECIALE ELENA BENADUCE E IL PREMIO GIOVEDI’ SCIENZA FUTURO.

L’Ufficio “Obiettivo Orientamento Piemonte”, nello specifico il coordinamento delle attività per il bacino Alba-Bra, informa studenti e genitori circa la possibilità di continuare a fruire di servizi di orientamento rivolti agli studenti; tali servizi (in particolare colloqui individuali e test di orientamento), qui presentati in sintesi nelle locandine allegate, sono disponibili in forma gratuita anche nei mesi successivi alla chiusura dell’anno scolastico e intendono fornire un aiuto concreto per affrontare situazioni di disagio e demotivazione e ovviare alla possibilità di abbandono scolastico.

Locandina genitori def

Locandina insegnanti def

Locandina ragazzi def

A seguito dell’invito formulato dal Ministero dell’Istruzione per lo sviluppo di un Piano Estate finalizzato al recupero delle competenze e della socialità, a valle di un anno complesso spesso caratterizzato dal ricorso alla didattica a distanza, il Liceo “L. Cocito” ha elaborato alcune proposte per i suoi studenti.

L’idea di base è offrire occasioni di scuola che vadano oltre alla didattica legata all’aula e che mettano al centro l’esperienza laboratoriale, il FARE, lo SCOPRIRE con il piacere di farlo INSIEME, DAL VIVO.

Di seguito trovate l’elenco delle proposte che per le quali l’adesione è LIBERA (ogni studente può scegliere se iscriversi o no e a quante attività partecipare) e GRATUITA. Pubblicità piano estate 2021_last

Gli studenti interessati sono pregati di iscriversi al link  https://forms.gle/Yht6uU4JaWPnC8SX8 entro e non oltre venerdì 11 giugno 2021.

 

I corsi verranno attivati al raggiungimento del numero minimo di iscritti, in caso di sovrannumero si seguirà l’ordine di prenotazione.