Il 29 novembre u.s. abbiamo partecipato al laboratorio “la bellezza delle parole salvate: la poesia come conoscenza di sè”, presso lo Spazio Incontri Fondazione CRC a Cuneo. Sia studenti che docenti, in separate sessioni, siamo stati coinvolti in un viaggio attraverso la bellezza della parola.
Il laboratorio è stato introdotto e concluso dalla Prof.ssa Marisa Musaio Docente di Pedagogia dell’età evolutiva e Pedagogia interculturale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Prof.ssa Marisa Musaio

Il suo intervento, come le finalità ed i contenuti del laboratorio con Stefano Raimondi, sono ben sintetizzati nel breve testo dal titolo La bellezza della parola , che condividiamo volentieri con chi vorrà leggerlo.

Stefano Raimondi, poeta e critico letterario, laureato in Filosofia (Università degli Studi di Milano), che vanta numerose pubblicazioni, ci ha coinvolti in un percorso che è iniziato con la lettura di alcuni testi.

Stefano Raimondi

Stefano Raimondi

Ne citiamo alcuni, non essendo possibile riportare la sequenza intera di versi e citazioni, che avevano lo scopo (raggiunto) di portare a galla emozioni:

IL PORTO SEPOLTO.
Mariano il 29 giugno 1916.

Vi arriva il poeta

E poi torna alla luce con i suoi canti
E li disperde

Di questa poesia
Mi resta
Quel nulla
Di inesauribile segreto
.

Giuseppe Ungaretti

Si tratta di un verso di Andrea Zanzotto, un distico (“o falso haiku”) tratto dalla raccolta Meteo che suona: “Mai mancante neve di metà maggio/chi vuoi salvare?/Chi ti ostini a salvare?”. Come spiegato dallo stesso autore,  rappresenta la semplice lettura del profilo delle Prealpi per come lui le vedeva dalla cucina di casa (evidenziato dal tratto rosso, non presente nella composizione originale). E in effetti la visione delle montagne, associata alla lettura delle parole poetiche, restituisce l’idea di un matrimonio indissolubile tra parola e sguardo (il tema del prossimo laboratorio).

Il passo successivo è stato quello di “salvare” una parola. Pertanto siamo stati catapultati in un mondo immaginario, dove un fantomatico dittatore vuole distruggere le parole e la bellezza ad esse connessa, a noi il compito di salvarne una, quella che ci rappresenta o rappresenta un nostro ricordo, una parte della nostra storia personale.

Infine sia i docenti che gli studenti abbiamo avuto una consegna per il prossimo laboratorio, che ha come titolo “Il tuo sguardo sul tuo mondo: la bellezza attraverso la fotografia”. Dovremo collegare la “nostra” parola ad una fotografia…

Grazie a questa esperienza, docenti e studenti abbiamo compreso come sia “facile” esprimere una emozione e rappresentarla se a guidarci è la bellezza, ci vuole solo un po’ di coraggio.

Concluderò con una citazione: “Un codardo non è capace di dichiarare il proprio amore. Questa è una prerogativa del coraggioso.” Mahatma Gandhi.

 

 

Quest’anno sono io ad inaugurare il diario.
Vorrei iniziare ricordando l’arrivo e la presentazione di due ragazze che si sono unite a noi: Arianna e Clara. Direi che per ora le abbiamo già spaventate adeguatamente e sono certa che riusciranno ad integrarsi tra noi matti così come mi sono integrata io l’anno scorso.
Tanto per rimanere sulla stessa lunghezza d’onda della follia, abbiamo iniziato con una improvvisazione di una storia di cani, numeri, matematica e nuovi metodi di contare scovati su Marte.
Poi, tornando ad essere un po’ meno fuori di testa (sempre e comunque nei limiti del possibile), abbiamo interpretato alcuni frammenti di film o libri, tentando di farlo con una dizione pressoché accettabile; bisogna ammettere che il leggio ci calzava a pennello e che alcune delle favole raccontate alla fine dei monologhi sono state molto suggestive, soprattutto sentir parlare di birra calda non ha potuto che destabilizzarmi!
Ho apprezzato molto i monologhi, in primo luogo perché tutti siamo riusciti a mettere il nostro essere e la nostra anima nell’interpretazione e in secondo luogo perché le opere da cui i brani erano tratti non sono assolutamente superficiali. Ho notato che la maggior parte di noi è riuscita a fare sua ogni parola.
Il mio brano, ad esempio, era un monologo dalla scena finale di un film dal titolo “The big Kauna” e devo dire che solo leggendo l’inizio “Goditi potere e bellezza della tua gioventù. Non ci pensare” mi sono venuti i brividi.
Altri brani sono tratti dal film “La leggenda del pianista sull’oceano”, oppure da testi di Goldoni e Jack London.
Insomma, devo ammettere che ho apprezzato molto l’entusiasmo e la serietà che ci abbiamo messo e spero che tutta questa energia riusciremo a sfruttarla nel migliore dei modi per riuscire a raccontare quella che sarà la nostra favola.
Elisa Morone

Volantino corso

Il 22 novembre inizia il corso di aggiornamento “Cinema & Arte”, che comprende otto incontri, che si svolgeranno presso la sala riunioni del nostro Liceo, nelle date pomeridiane indicate nel volantino. Il corso coordinato dal prof. P. M. Mignone, prevede la visione di una rassegna di film collegati all’arte, preceduti da una breve presentazione ed a cui seguirà un dibattito.
Tale corso vale come ore di aggiornamento per gli insegnanti e come credito per gli studenti.
Volantino corso

Ieri 22 novembre 2018 un gruppo di otto studenti del nostro Liceo insieme ad otto studenti del Liceo Statale Artistico “P. Gallizio”, i Docenti M. Pepino, M. Orazietti, M. Rista, I. Conforto e C. Vetri, hanno partecipato al primo laboratorio formativo per il progetto “La bellezza interiore”, dal titolo “Bellezza ed intercultura: l’arte di comunicare” con Henri Olama, organizzato dalla Fondazione CRC di Cuneo.

I lavori si sono svolti in due sessione separate, una riservata agli studenti, l’altra ai Docenti. Quindi entrambi i gruppi, con le dovute differenze di approccio, hanno fruito di un incontro con Henri Olama, che li ha sapientemente guidati in un percorso di conoscenza interculturale, utilizzando simboli desunti dai tessuti adinkra.

Laboratorio presso il Centro Incontri della Provincia di Cuneo (Sala Meinero)

 

 

 

 

Durante la sessione riservata ai Docenti, ai nostri allievi è stata offerta una visita alla Biblioteca di Cuneo, dove è stato organizzato un laboratorio con letture di testi di prosa e poesia, condotto in modo originale e coinvolgente.

L’esperienza nel suo complesso è stata entusiasmante ed arricchente.

 

I laboratori (tre in tutto) aiuteranno i Docenti ed i rappresentanti dei gruppi di lavoro degli studenti a sviluppare al meglio i vari percorsi del progetto, che dovranno rispettare due dimensioni della bellezza, e lo schema allegato:

  1. Modalità di progettazione, di attuazione e fruizione condivise della bellezza;
  2. Modalità ispirate alla multidimensionalità delle forme (in relazione alle quali potranno essere utili i suggerimenti raccolti nel corso dei laboratori di formazione, che consentiranno di rintracciare interessanti spunti di riflessione).

Sono previsti altri due incontri il 29 novembre p.v. ci sarà il laboratorio che tratterà “La bellezza delle parole salvate: la poesia conoscenza di sè” con Stefano Raimondi ed il 6 dicembre p.v. quello dal tema “Il tuo sguardo sul mondo: la bellezza attraverso la fotografia” con Elena Galimberti.

 

 

Sabato 24 novembre alcuni allievi della nostra scuola parteciperanno alla Colletta Alimentare.
Si tratta di una giornata messa a disposizione della comunità, per raccogliere alimenti destinati alle famiglie in difficoltà economica del nostro territorio.

Bando Annullo Filatelico

Il Liceo Scientifico Statale “Leonardo Cocito” compie cinquanta anni dalla sua fondazione, come infatti si ricorda nel sito istituzionale  «Il Liceo Scientifico Statale è presente in Alba dal 1969.Fino al 1974-75 funzionò come sezione staccata del Liceo Scientifico Statale “Ancina” di Fossano. Visto il rapidissimo aumento degli iscritti, nel 1975 venne riconosciuto come scuola autonoma. Dal 1992 ha preso il via la sperimentazione di un indirizzo Scientifico Tecnologico, all’interno della sperimentazione proposta dalla Commissione Brocca e dal 1995 funziona un corso di Scientifico Brocca.»

Al fine di festeggiare la ricorrenza, l’Istituto ha ritenuto importante organizzare un concorso interno, riservato ai soli studenti iscritti al Liceo stesso e frequentanti il triennio, il cui scopo è la produzione di un annullo filatelico da realizzarsi in collaborazione con Poste Italiane s.p.a., che verrà apposto su una cartolina di creazione degli studenti stessi, in una data da stabilirsi nei mesi di marzo/aprile 2019.

Per aiutare i partecipanti al concorso, nei mesi di novembre/dicembre, incaricati di Poste Italiane spiegheranno agli studenti che cosa è un annullo filatelico, forniranno loro brevi cenni sulla storia del francobollo in generale, sulla marcofilia e sulla filatelia.

Si allega il bando.

BANDO ANNULLO FILATELICO con ALLEGATI

 

L’alternanza s.l. quest’anno subirà una riforma, che ancora non è diventata legge.

Al fine di salvaguardare alcuni progetti, particolarmente meritevoli, collegati ad eventi  già calendarizzati (celebrazioni per il cinquantenario del Liceo L. Cocito, progetto “la bellezza interiore”), abbiamo deciso di pubblicare comunque la nostra offerta per questo anno scolastico.

Invitiamo gli studenti/esse ad iscriversi ai progetti entro il 30 novembre p.v., ed entro la stessa data a manifestare con una “preiscrizione” il proprio interesse a percorsi estivi.

Rimangono alcune incertezze (monte ore ridotto da 200 ore ad 80/100 nel triennio – regime transitorio – esami di Stato),  che solo il Legislatore può chiarire. Intanto abbiamo predisposto delle avvertenze generali, che per il momento rappresentano delle linee guida, vedremo poi se e come modificarle. Stessa sorte subirà la modulistica, che verrà aggiornata già nell’immediatezza, ma poi modificata in base alla riforma.

AVVERTENZE-GENERALI-2018-19

In attesa ci limitiamo a rassicurare studenti/esse e famiglie, che verrà loro offerto il massimo supporto ed assistenza, che la nostra offerta rimane comunque ampia e rispettosa di tendenze ed aspirazioni dei nostri/e allievi/e, nonché delle esigenze di studio.

A breve comunicheremo le modalità di svolgimento del corso sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, destinato alle sole classi terze.

Per qualsiasi chiarimento si ricorda che la Prof. Ida Conforto riceve i genitori il martedì dalle 12.50 alle 13.50, per casi particolari anche su appuntamento.

Progetti proposti dal Liceo

LICEO SCIENTIFICO STATALE “L. COCITO”
C.so Europa, 2 – ALBA
AVVISO STUDENTI   N. 33

Ai Genitori degli Studenti
Liceo Scientifico  “L. Cocito”
p.c. Ai Docenti coordinatori di classe

~ Il docente in cattedra è pregato di fare scrivere agli allievi sul loro diario la seguente
comunicazione che si trova anche sul sito.

Oggetto: Rinnovo del Consiglio di Istituto: elezioni dei rappresentanti dei genitori

Gentili genitori,
nei giorni 25 – 26 novembre, su indicazione del Ministero dell’Istruzione, avranno luogo le
elezioni per il rinnovo del Consiglio di Istituto (di durata triennale) giunto alla scadenza.
Pertanto devono essere rinnovate le componenti Genitori – Docenti – Personale Ata.
I rappresentanti dei genitori nel Consiglio Istituto saranno quattro e ogni lista potrà essere formata
da un numero massimo di n. 8 candidati.
I genitori che intendono candidarsi dovranno segnalare e sottoscrivere la propria candidatura dalle
ore 10,30 del 07 novembre entro le ore 12,30 del lO novembre, rivolgendosi alla sig.ra Joanna
Kohn presso la segreteria.
Le elezioni si svolgeranno:
domenica 25 novembre dalle ore 08,00 alle 12,00
lunedì 26 novembre dalle ore 08,00 alle 13,30
Il seggio sarà costituito nella BIBLIOTECA DOCENTI del Liceo Scientifico, Corso Europa 2,
Alba.
Distinti saluti
Alba, 7/11/2018

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

(Prof. LUCIANO MARENGO) 

Firmato in originale